Pensierini dal Giappone

Ciao nonno,

secondo te, quali sono dei bei regalini da portare dal Giappone? Qualcosa da mangiare? Degli accessori di negozi di souvenir?

In Giappone se prendi le ferie e fai un viaggio DEVI portare i pensieri per i colleghi dell’ufficio, no?

E’ importante che tu porti qualcosa ma non importa cosa. Sono sufficienti i ciocolatini, come quelli che si trovano in aeroporto.

Perciò, prima, tutte le volte che tornavo a casa prendevo tanti regalini per gli amici italiani. Impiegavo anche tanto tempo per scegliere qualcosa caratteristico del Giappone. Per esempio:

  • Dolcetti giapponesi con azuki (*fagioli rossi)
  • Tè verde
  • Acessori di ceramica giapponese
  • Tenugui (*asciugamano tradizionale, di solito è stampato e può essere usato vari scopi)

Sono le cose tipiche e tradizionali per i giapponesi, vero? Però capita che gli stranieri associano altre cose come tipiche giapponesi.

Ti spiego.

  • Dolcetti giapponesi con azuki In Italia, anche in tanti altri paesi, i fagiolini vengono mangiati come piatto cucinato, è difficile accettare i fagiolini come dolci (alcuni italiani, dopo aver provati diverse volte, iniziano ad adorarli)
  • Tè verde ← Per alcuni italiani il vero sapore del tè verde è un po’ troppo amaro. Preferirebbero il hoji-cha o genmai-cha (*sorta di tè arrostito)
  • Acessori di ceramica giapponese ← Prima sceglievo qualla col disegno tradizionale o kawaii (*carino). A molti italiani però piacerebbe più quella semplice a tinta unita, per esempio quella di MUJI.
  • Tenugui ← Come la ceramica, il disegno tradizionle per i giapponesi potrebbe non piacere. Attirano molto quelli con i Kanji (*ideogramma) o un gusto un po’ più pop.

Una volta, dato che stavo in Giappone per solo pochi giorni, non avevo tempo per comprare i regalini . Per me era “un dovere” portarli perciò ho pensato: “Almeno prendo qualcosa in aeroporto”.  Però non ho trovato gli oggetti sopra elencati. Alla fine ho preso una confezione di kitkat al gusto tè verde pensando che fosse meglio di niente.

Quando l’ho dato, la reazione degli amici italiani mi è sembrata più positiva rispetto a quando portavo i regalini tradizionali. Così ho preso gusto e prendo spesso dei dolcetti non tradizionali ma cioccolatini, biscottini e anche snacks. Vanno bene quelli che si trovano nei konbini (*mini-market). E’ importante scegliere un gusto “particolare” ma non ti preoccupare che quello normale per i giapponesi potrebbe essere particolari per gli italiani:

  • Pocky al gusto di fragola (bastoncino di biscotto ricoperto di ciocolato, come il Mikado)
  • Patatine alle alghe giapponesi
  • Caramelle al gusto di melone

Anche i senbei (*cracker di riso) della foto sono quelli che hanno ottenuto una reazione positiva. In verità, non so se il gusto gli fosse piaciuto ma la sua particoralità dell’aspetto gli ha sorpreso: la forma di monte Fuji e la presentazione dei quattro stagioni facendo quattro tipi a diversi colori.




コメントを残す

メールアドレスが公開されることはありません。 * が付いている欄は必須項目です