Bangladesh-Giappone-Italia

Ciao nonno,

sai che qui in Italia i negozi sono chiusi la domenica? Anche i supermercati non sono aperti tranne quelli nei centri commerciali in periferia o quelli nelle grandi città. Lo trovo un po’ scomodo quando mi dimentico di comprare qualcosa o non ho tempo per fare la spesa durante la settimana.

In Giappone i supemercati sono assolutamente aperti la domenica perché è uno dei giorni che porta più incasso. Però aprono verso le 10:00, un po’ più tardi rispetto agli orari italiani.

Mi chiederai se non ci sono i konbini in Italia, ma purtroppo non ci sono.

I konbini (abbreviazione della parola inglese “convenience store”) sono mini market aperti 24 ore su 24, e sono molto diffusi in Giappone. Ci sono 4, 5 grandi catene di franchising e offrono vari servizi come bancomat, ritiro di pacchi, prenotazione di biglietti di concerti…

Non solo in Italia ma anche in altri paesi d’Europa e dell’Asia ho visto pochi konbini aperti 24 ore su 24, forse per un motivo di sicurezza.

Comunque per quanto riguarda i mini market ci sono in Italia e sono aperti fino a tardi anche la domenica. Una cosa interessante è che quelli vicino a casa mia sono  gestiti da bangladesi, pakistani e  indiani. Sono immigrati che hanno trovato una nicchia di mercato non ancora toccata dagli italiani.

Ieri quando ci sono andato per comprare dell’acqua un uomo del negozio mi ha chiesto IN GIAPPONESE se sono giapponese. Sono rimasto proprio bocca aperta. Gli ho chiesto perché capiva la lingua come aveva fatto riconoscere la mia nazionalità.

Mi ha raccontato che aveva vissuto in Giappone per 8 anni e si trovava benissimo (diceva tante volte “Takusan okane! = tanti soldi”!!). Non mi sembrava che lo dicesse solo per i complimenti.

Quando vivevo in Giappone nemmeno pensavo agli stranieri lì come vivevano e come si travavano nel mio paese. Oggi però mi interessa molto perché pure io sono gaijin (straniero) qui. Perciò mi ha fatto piacere il fatto che la sua esperienza in Giappone era positiva

Lui è nato e cresciuto in Bangladesh – 8 anni in Giappone – tornato e sposato in Bangladesh – da 5 anni in Italia..

E’ una vita veramente movimentata. Chissà come è la sua visione del mondo dopo aver vissuto nei tre paesi così diversi..

Mi diceva che non si trovava molto bene in Italia, credo per motivo della lingua (non è molto bravo in italiano quanto al suo giapponese). Capisco anche benissimo che, per gli stranieri, la vita in Italia non è facile dal punto di vista di lavoro. Però anche in Giappone è la stessa cosa e lui ce l’ha fatta.

Spero nel cuore la sua felicità anche se non si sa dove  si troverà nel futuro..




コメントを残す

メールアドレスが公開されることはありません。 * が付いている欄は必須項目です