Sciopero treni

Ciao nonno

oggi c’è stato sciopero treni. Senti un po’ di “nostalgia”  come termine “scioper treni”? (※ Le ferrovie nazionali giapponesi, dopo che sono state privatizzate nel 1987, non fanno più sciopero).

Io prendo il treno tutti i giorni per andare al lavoro. Ci vuole mezz’ora e ci sono sia regionali che espresso.  Ho un abbonamento di regionale, con cui non si può prendere un treno espresso.

Ho saputo che c’era uno sciopero solo quando sono arrivato in stazione. In quell’ora tutti i regionali sono cancellati e l’unico che andava era un espresso.

Avendo un abbonamento ho un “diritto” di arrivare al mio destionatario ma se i treni che devo prendere  sono cancellati, in teoria, mi devono compensare. Almeno potrei prendere anche un espresso in questo caso.

Invece sai che cosa ho fatto oggi? Ho acquistato un biglietto dell’espresso che costa 3 volte più di quello di regionali. Perchè avevo visto tante volte che nel caso di sciopero quando è arrivato un espresso il capo treno urlava ai viaggiatori che aspettavano i regionali:
“Questo treno non si può salire con un bilglietto del regionale!! Bisogna pagare un supplemento!!”.
E iniziava un po’ di litigio.

Io, per evitare questa spiacevolezza, preferirei pagare un biglietto dell’espresso.  E’ un po’ come un nostro proverbio derivato dal confucianesimo:

“L’uomo virtuoso tiene lontane dai pricoli”

Questo caso però sarà così:

“L’uomo virtuoso tiene lontane dalle spiacevolezze”




コメントを残す

メールアドレスが公開されることはありません。 * が付いている欄は必須項目です